Liberi tutti. Il bene, la vita, i legami

Aggiornamento: 4 nov


di Luigi Alici

Vita e Pensiero

Milano 2022

pp. 256

€ 20,00


In un’epoca di fragilità globale, l’avventura fragile e preziosa della libertà si ripropone in forme nuove. Sul piano del costume, in uno scenario di globalizzazione ferita – dalla pandemia alla guerra – le rivendicazioni libertarie, affidate a un individualismo possessivo che reclama forme di autonomia “slegata”, si scontrano con gli appelli alla responsabilità, che intendono affidare a istituzioni pubbliche la salvaguardia della convivenza, pur in un sostanziale agnosticismo nei confronti del bene comune. Sul piano teorico questa oscillazione riemerge in una contrapposizione tra nemici e falsi amici della libertà, quindi tra il paradigma biocentrico, che guarda con sospetto a ogni forma di antropocentrismo dominativo, ritenuto il principale responsabile del degrado della biosfera, e il paradigma tecnocentrico, che al contrario vede nel digitale il punto di fusione di una nuova stagione transumanista di “libertà aumentata”. Il libro ricostruisce questi scenari in modo agile e insieme documentato, innestandovi un percorso costruttivo, alla ricerca di un punto di equilibrio fra autonomia e responsabilità, fra “libertà grande” e “libertà piccole”, fra persona e comunità. Nel segno della trascendenza del bene, che restituisce alla libertà l’umiltà di percorsi possibili entro orizzonti aperti di fraternità universale.


Luigi Alici è professore emerito di Filosofia morale all’Università di Macerata, dove è stato Direttore della Scuola di Studi superiori “G. Leopardi”.

13 visualizzazioni